Progetto della solidarietà

Progetto della solidarietà

Il progetto solidarietà contenuto nel RAV con valenza triennale, anche quest’anno, come lo scorso anno scolastico nell’ambito dell’educazione all’alimentazione, si inserisce nell’ambito dell’educazione e della pace e della cittadinanza e pone come elemento fondante della sua azione formativa lo sviluppo di condizioni di esercizio attivo del diritto-dovere di cittadinanza, coinvolgendo in quesito, tutte le componenti attive della scuola.

L’imperativo categorico è: agire per cambiare. Gli alunni di tutte le classi primarie sono stati coinvolti in un percorso educativo-didattico trasversale a diversi ambiti disciplinari che ha favorito una graduale conquista dell’autonomia personale e l’integrazione interpersonale educando alla vita solidale nella famiglia, nella comunità scolastica, nella società.

Il progetto fornisce l’occasione di promuovere una vera cultura dell’aiuto e della pace che non può limitarsi all’insegnamento di valori e principi ma deve essere orientata all’azione concreta.


Classe I

Obiettivi:

  • Favorire lo sviluppo della conoscenza di se e dell’altro;
  • Aumentare la capacità di comprensione e aspettativa al dialogo;
  • Sviluppare forme di collaborazione e cooperazione fra alunni.

Attività:

Laboratorio musicale e di drammatizzazione per la preparazione della recita di fine anno.

Tempi: dicembre – maggio

Discipline coinvolte: italiano, convivenza civile, inglese, musica, informatica.

Insegnanti: Delle Fratte Silvia, suor Stella Marcello, Paladino Laura, Petrone Raffaele, Mastronardi Ilaria.


Classe II

Obiettivi formativi:

  • Interagire in modo collaborativo in una conversazione su argomenti di esperienza diretta;
  • Sviluppare un atteggiamento di curiosità verso la lettura di testi fiabeschi e di favole;
  • Leggere favole individuando le informazioni principali e le loro relazioni;
  • Sperimentare tecniche per produrre teti creativi.

Attività:

  • Lettura e comprensione di testi;
  • Produzione di semplici testi per esprimere sentimenti, opinioni e connessi con situazioni quotidiane;
  • Lettura di testi in particolare sugli animali per individuare le informazioni, le loro relazioni, i messaggi e la morale;
  • Il gioco del teatro: lettura espressiva a più voci di testi narrativi;
  • Drammatizzazione: “Masha e orso” che racconta le avventure di una pestifera bambina e di un orso simpatico e molto paziente e soprattutto della loro amicizia nel rispetto reciproco e nell’aiutarsi nel momento del bisogno, come saggio finale.
  • Canti in italiano e in inglese.

Strategia e tecnica didattica:

Tra le varie strategie hanno predominato la lettura di istruzioni per l’individuazione della struttura: i materiali, il procedimento, individuazione di affermazioni vere\false e conversazioni guidate.

Relazioni con i compagni: scherzi, giochi, litigi. Rapportarsi con gli altri attraverso attività create dal gruppo. Percorsi finalizzati per relazionarsi con gli adulti. Capricci e bugie scaturite da esperienze reali attraverso dibattiti, letture e confronti.

Tempi: dicembre – maggio

Discipline: italiano, arte, inglese, musica, tecnologia, cittadinanza e costituzione

Insegnanti: Spadoni Cesira, Paladino Laura, Petrone Raffaele, Mastronardi Ilaria


Classe III

Obiettivi formativi:

  • Far conoscere\comprendere agli alunni la struttura della fiaba e delle favole;
  • Utilizzare fantasia ed immaginazione come risorse importanti per la crescita;
  • Favorire lo sviluppo di competenze linguistiche attraverso l’osservazione, la riflessione, il confronto;
  • Aiutare l’alunno a trovare nella fiaba problemi concreti della vita e dare loro significato favorendo un atteggiamento ottimistico nei confronti della vita;
  • Potenziare la creatività utilizzando tecniche diverse;
  • Scrivere un copione;
  • Drammatizzare un copione già scritto.

Attività:

  • Lettura – analisi dei testi;
  • Elaborazione di testi individuali e di gruppo;
  • Canti;
  • Testi di fiabe in inglese;
  • Stesura di fiabe ideate e scritte dagli alunni raccolte in piccolo libro;
  • Drammatizzazione di un copione fiabesco come saggio finale “Mille e una favola”;
  • Canti in italiano e in inglese.

Strategia e tecnica didattica:

Tra le varie strategie ha avuto un ruolo predominante il cooperative learning per raggiungere attraverso un lavoro di piccoli gruppi, obiettivi comuni cercando di migliorare reciprocamente il loro apprendimento.

Tempi: dicembre – maggio

Discipline: italiano, arte, inglese, musica, informatica, convivenza civile.

Insegnanti: Vanacore Paola, Paladini Laura, Petrone Raffaele, Mastronardi Ilaria.


Classe IV

Obiettivi formativi:

  • Potenziare le capacità di comprensione dell’altro e condurre l’alunno verso un a maggiore apertura al dialogo e al confronto;
  • Modificare i propri comportamenti, superando pregiudizi di carattere socio-culturale religioso, attraverso la scoperta del valore della diversità;
  • Sviluppare forme di collaborazione per la risoluzione di problemi ed acquisire tecniche e procedure per la produzione di gesti concreti di solidarietà.

Attività:

  • Conversazioni e discussioni su situazioni che fanno parte del vissuto personale e collettivo degli alunni, finalizzate alla presa di coscienza dell’esistenza di situazioni di conflitto ed alla rimozione della stessa.
  • Lettura di testi;
  • Visione di filmati;
  • Canzoni inerenti alla solidarietà.

Modalità didattiche:

  • Valorizzare le esperienze e le conoscenze degli alunni per ancorare il valore della solidarietà;
  • Realizzare i percorsi in forma di laboratorio per favorire l’operatività e allo stesso tempo il dialogo e la riflessione su quello che si fa.

Tempi: dicembre – maggio

Discipline coinvolte: italiano, geografia, convivenza civile, musica, inglese, informatica.

Conclusione del progetto: saggio di fine anno: “Concerto della solidarietà”

Insegnanti: Saturnino Rosalia, Petrone Raffaele, Paladino Laura, Mastronardi Ilaria.


Classe V

Obiettivi formativi:

  • Leggere criticamente brani e messaggi
  • Analizzare personaggi storici, conversare – discutere
  • Sviluppare forme di collaborazione e cooperazione fra alunni
  • Drammatizzare un copione già scritto.

Attività:

  • Lettura e analisi dei testi inerenti la solidarietà
  • Studio dei personaggi storici presenti nel copione da drammatizzare e visione di filmati
  • Conversazioni e discussioni del vissuto personale finalizzato alla presa di coscienza dell’esistenza di situazioni di conflitti ed alla rimozione della stessa
  • Drammatizzazione e canti in italiano e in inglese di un copione ambientato in un museo

Modalità didattiche:

Attraverso lo spettacolo “Una notte al museo” gli alunni hanno lavorato cooperativamente all’interpretazione dei diversi personaggi storici dimostrando che per risolvere un problema comune è necessario allearsi.

Tempi: dicembre – maggio

Discipline: italiano, storia, inglese, musica, informatica, convivenza civile.

Insegnanti: Spitoni Lina, Paladino Laura, Petrone Raffaele, Mastronardi Ilaria